Strumenti Utente

Strumenti Sito


linea_1

Esercizio dal testo di sistemi di quarta

Dal testo di sistemi di quarta (paragrafo 4.5 pag. 348).

Indirizzamento

nome indirizzo descrizione
S1I0.0pulsante marcia NO
S2I0.1pulsante arresto NC
S3I0.2finecorsa 80cm NO
S4I0.3finecorsa 50cm NO
S5I0.4finecorsa 30cm NO
S6I0.5pulsante reset conteggi NO
B1I0.6fotocellula conteggio totale
B2I0.7fotocellula conteggio 80cm
B3I1.0fotocellula conteggio 50cm
B4I1.1fotocellula conteggio 30cm
Q11)Q0.0contattore motore nastro 1
Q2Q0.1espulsore 80cm
Q3Q0.2espulsore 50cm
Q4Q0.3espulsore 30cm
Q5Q0.4contattore motore nastro 80cm
Q6Q0.5contattore motore nastro 50cm
Q7Q0.6contattore motore nastro 30cm

SFC

SFC smistamento pacchi

Osservazioni:

  • il reset dei contatori non si vede nell'SFC
  • visto che i tre nastri di fatto funzionano indipendentemente si possono usare tre diagrammi SFC (tre cicli distinti da inserire nel main del programma in ladder)
  • il diagramma del nastro principale è molto semplice; l'indicazione di B1 specifica quale segnale fa incrementare il contatore (lo stato non cambia)
  • il diagramma dei nastri secondari prevede l'azionamento dell'espulsore per 2 secondi poi, con la fotocellula B2 l'incremento del contatore corrispondente e l'attivazione di un timer; se entro 10 secondi non arriva un nuovo pacco il nastro si ferma altrimenti si riprende dallo stato 11 (scelta o divergenza)
  • i diagrammi SFC per gli altri due nastri secondari non sono rappresentati

FIXME soluzione nascosta

Soluzione non SFC

In questo file zip una possibile soluzione non-SFC. Il programma gestisce il nastro principale e quello per le scatole da 80cm; per gli altri due nastri si replicano semplicemente le istruzione del nastro per le scatole grandi usando ingressi/uscite/timer/contatori opportuni.

Soluzione SFC

In questo file zip una possibile soluzione che implementa il diagramma SFC visto sopra. Il programma è più lungo della soluzione precedente ma più affidabile/robusto. Questo tipo di problema, dove lo stesso algoritmo gestisce tre nastri con diversi, si prestava all'utilizzo dei blocchi FB; definendo un solo blocco con una sua interfaccia (delle variabili locali valide solo all'interno della funzione) si poteva richiamare tre volte con tre blocchi DB distinti per gestire i tre nastri.

Soluzione SFC con FB

in questo file zip una soluzione basata su SFC dove i tre nastri trasversali vengono gestiti da un unico FB richiamato tre volte con parametri diversi. Per far questo occorre usare un blocco funzionale FB e definire un'interfaccia, cioè indicare le variabili locali dell'FB usate come ingressi e uscite del blocco. Quando il blocco viene utilizzato si collegano a ingressi e uscite così definiti le variabili globali della tabella delle variabili standard (sono parametri e argomenti della funzione). I timer e i contatori usati nella definizione dell'FB sono di tipo multi-istanza invece che singola-istanza (la scelta predefinita). In questo modo i valori di timer e contatori sono salvati direttamente nel blocco dati DB dell'istanza di FB insieme al valore delle variabili locali.

1)
Il testo usa la Q per contattori al posto della K
This website uses cookies for visitor traffic analysis. By using the website, you agree with storing the cookies on your computer.More information
linea_1.txt · Ultima modifica: 2019/05/14 21:13 da admin