Strumenti Utente

Strumenti Sito


potenza

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
Prossima revisione
Revisione precedente
potenza [2019/03/19 11:33]
admin [SCR]
potenza [2019/05/11 12:14] (versione attuale)
admin [TRIAC e DIAC]
Linea 90: Linea 90:
  
 Il ramo con la resistenza variabile e il condensatore permette di innescare l'SCR nel momento desiderato (aumentando la R la carica del condensatore rallenta e l'​innesco avviene più tardi); il diodo fa sì che la tensione sul gate sia solo positiva. Il ramo con la resistenza variabile e il condensatore permette di innescare l'SCR nel momento desiderato (aumentando la R la carica del condensatore rallenta e l'​innesco avviene più tardi); il diodo fa sì che la tensione sul gate sia solo positiva.
 +
 +Un circuito migliore è questo:
 +
 +{{::​scr_phase_control_littelfuse.png?​500|controllo di fase con SCR e DIAC}}
  
 Naturalmente l'SCR non può condurre durante la semionda negativa quindi la potenza massima sarà al massimo la metà di quella disponibile. Per ovviare a questo problema è possibile usare due SCR in opposizione oppure un altro tipo di tiristore, il TRIAC. Naturalmente l'SCR non può condurre durante la semionda negativa quindi la potenza massima sarà al massimo la metà di quella disponibile. Per ovviare a questo problema è possibile usare due SCR in opposizione oppure un altro tipo di tiristore, il TRIAC.
Linea 104: Linea 108:
 {{::​triac.png|TRIAC}} {{::​triac.png|TRIAC}}
  
-Come si vede non c'è un catodo ma due anodi, chiamati A<​sub>​1</​sub>​ e A<​sub>​2</​sub>​ (ma anche T<​sub>​1</​sub>​ e T<​sub>​2</​sub>​ o MT<​sub>​1</​sub>​ e MT<​sub>​2</​sub>​),​ e un terminale di gate G.+Come si vede non c'è un catodo ma due anodi, chiamati A<​sub>​1</​sub>​ e A<​sub>​2</​sub>​ (ma anche T<​sub>​1</​sub>​ e T<​sub>​2</​sub>​ o MT<​sub>​1</​sub>​ e MT<​sub>​2</​sub>​),​ e un terminale di gate G. E' importante osservare che i TRIAC hanno comunque un verso; MT1 e MT2 non sono interscambiabili e la corrente del gate deve provenire dal lato di MT2.
  
 I DIAC sono componenti bidirezionali come i TRIAC ma privi del terminale di gate. Senza una corrente di inessco entrano in conduzione solo superando la tensione di breakover, che ha un valore tipico intorno ai 30 Volt. Il simbolo di un DIAC è questo: I DIAC sono componenti bidirezionali come i TRIAC ma privi del terminale di gate. Senza una corrente di inessco entrano in conduzione solo superando la tensione di breakover, che ha un valore tipico intorno ai 30 Volt. Il simbolo di un DIAC è questo:
Linea 118: Linea 122:
 Alcune osservazioni:​ Alcune osservazioni:​
   * regolando R si ritarda l'​innesco (aumenta l'​angolo di innesco e diminuisce quello di conduzione)   * regolando R si ritarda l'​innesco (aumenta l'​angolo di innesco e diminuisce quello di conduzione)
 +  * a innesco avvenuto il ramo con il condensatore risulta cortocircuitato
   * con un carico induttivo è necessario porre uno smorzatore RC in parallelo al TRIAC (per una lampada o un carico resistivo non serve)   * con un carico induttivo è necessario porre uno smorzatore RC in parallelo al TRIAC (per una lampada o un carico resistivo non serve)
   * in questo tipo di applicazioni si usa sempre un filtro LC per limitare i disturbi dovuti alla forma d'onda della tensione parzializzata   * in questo tipo di applicazioni si usa sempre un filtro LC per limitare i disturbi dovuti alla forma d'onda della tensione parzializzata
Linea 132: Linea 137:
  
 Extra: Extra:
-  ​* {{ :​tiristori.zip |simulazioni Multisim}} con regolazione di fase per SCR e TRIAC + 
-  * {{ ::​powerthyristorapplicationnotes.pdf |Application note sui tiristori}} + 
-  * {{ ::​en.cd00266635.pdf |Application note della ST}}+ 
 +  ​* {{ ::​simulazione-tiristori.zip |simulazioni Multisim}} con regolazione di fase per SCR e TRIAC 
 +  * {{ ::​powerthyristorapplicationnotes.pdf |Application note sui tiristori}} ​(in particolare da pag. 13, pag. 14 su come bastino angoli di conduzione tra 30° e 150°) 
 +  * {{ ::​en.cd00266635.pdf |Application note della ST}} (pag. 10)
   * [[http://​class.ece.iastate.edu/​ee330/​miscHandouts/​AN_GOLDEN_RULES.pdf|golden rules]]   * [[http://​class.ece.iastate.edu/​ee330/​miscHandouts/​AN_GOLDEN_RULES.pdf|golden rules]]
 +  * [[http://​www.learnabout-electronics.org/​Semiconductors/​thyristors_60.php|Modulo sui tiristori di Learn About Electronics]]
 +  * [[https://​www.allaboutcircuits.com/​textbook/​semiconductors/#​chpt-7|modulo sui tiristori di All About Circuits]] (in particolare il modulo 6.4)
  
 ===== Riferimenti ===== ===== Riferimenti =====
  
   * sezione 18A del testo di elettronica di quarta (pilotaggio on-off di BJT e MOSFET, BJT darlington, controllo lineare e PWM   * sezione 18A del testo di elettronica di quarta (pilotaggio on-off di BJT e MOSFET, BJT darlington, controllo lineare e PWM
-  * sezione 18C del testo di elettronica di quarta (SCR, TRIAC, DIAC e circuiti di innesco)+  * sezione 18C del testo di elettronica di quarta (SCR, TRIAC, DIAC e circuiti di innesco, simulazioni)
   * unità 4 del modulo 7 del testo di TPA di quarta (regolazione con diodi e SCR in alternata, regolazione PWM in continua, transistor come interruttori,​ SCR, TRIAC, DIAC e circuiti di innesco)   * unità 4 del modulo 7 del testo di TPA di quarta (regolazione con diodi e SCR in alternata, regolazione PWM in continua, transistor come interruttori,​ SCR, TRIAC, DIAC e circuiti di innesco)
  
potenza.1552991633.txt.gz · Ultima modifica: 2019/03/19 11:33 da admin