Strumenti Utente

Strumenti Sito


sezione_16b

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

Entrambe le parti precedenti la revisione Revisione precedente
sezione_16b [2016/01/10 18:53]
127.0.0.1 modifica esterna
sezione_16b [2016/09/06 12:44] (versione attuale)
admin
Linea 11: Linea 11:
 La soluzione circuitale più semplice per realizzare un comparatore è quella di utilizzare un **amplificatore operazionale in catena aperta**((Nella pratica non conviene usare gli operazionali come comparatori perché sono lenti, non hanno isteresi e forniscono una tensione in uscita non adatta a pilotare componenti digitali TTL o CMOS.)). In questo caso l'​operazionale si comporta da amplificatore differenziale con guadagno infinito: La soluzione circuitale più semplice per realizzare un comparatore è quella di utilizzare un **amplificatore operazionale in catena aperta**((Nella pratica non conviene usare gli operazionali come comparatori perché sono lenti, non hanno isteresi e forniscono una tensione in uscita non adatta a pilotare componenti digitali TTL o CMOS.)). In questo caso l'​operazionale si comporta da amplificatore differenziale con guadagno infinito:
  
-$$v_o=A_v(v_+ - v_-) quad , quad A_v=oo ​$$+`v_o=A_v(v_+ - v_-) quad , quad A_v=oo ​`
  
 e satura non appena le due tensioni, invertente e non invertente, sono diverse tra loro: e satura non appena le due tensioni, invertente e non invertente, sono diverse tra loro:
Linea 62: Linea 62:
 E' possibile stabilire un valore diverso da ±V<​sub>​CC</​sub>/​2 per V<​sub>​T+</​sub>​ e V<​sub>​T-</​sub>,​ basta scegliere opportunamente i valori delle due resistenze. Se indichiamo con R<​sub>​1</​sub>​ la resistenza sul ramo di retroazione e con R<​sub>​2</​sub>​ l'​altra vale: E' possibile stabilire un valore diverso da ±V<​sub>​CC</​sub>/​2 per V<​sub>​T+</​sub>​ e V<​sub>​T-</​sub>,​ basta scegliere opportunamente i valori delle due resistenze. Se indichiamo con R<​sub>​1</​sub>​ la resistenza sul ramo di retroazione e con R<​sub>​2</​sub>​ l'​altra vale:
  
-$$V_T+ = R_2/(R_1 + R_2) V_(\C\C) quad , quad V_T- = -R_2/(R_1 + R_2) V_(\C\C) ​$$+`V_T+ = R_2/(R_1 + R_2) V_(\C\C) quad , quad V_T- = -R_2/(R_1 + R_2) V_(\C\C) ​`
  
 Il circuito di //figura 7a// mostra il caso più generale del **comparatore con isteresi invertente** dove la tensione V<​sub>​ref</​sub>​ è diversa zero. In questo caso le due tensioni di soglia si calcolano con((è sufficiente applicare la sovrapposizione degli effetti.)): Il circuito di //figura 7a// mostra il caso più generale del **comparatore con isteresi invertente** dove la tensione V<​sub>​ref</​sub>​ è diversa zero. In questo caso le due tensioni di soglia si calcolano con((è sufficiente applicare la sovrapposizione degli effetti.)):
  
-$$V_T+ = R_1/(R_1 + R_2) V_(ref) + R_2/(R_1 + R_2) V_(oH) quad , quad V_T- = R_1/(R_1 + R_2) V_(ref) + R_2/(R_1 + R_2) V_(oL)$$+`V_T+ = R_1/(R_1 + R_2) V_(ref) + R_2/(R_1 + R_2) V_(oH) quad , quad V_T- = R_1/(R_1 + R_2) V_(ref) + R_2/(R_1 + R_2) V_(oL)`
  
-Dove V<​sub>​oL</​sub>​ è minore di zero e i valori delle due tensioni in uscita sono diminuiti di 1÷2 Volt rispetto a V<​sub>​CC</​sub>​. La caratteristica corrispondente è quella di //figura 7b// e il comportamento in presenza di disturbi è quello corretto mostrato in //figura 8//. L'​isteresi è la stessa rispetto al caso senza V<​sub>​ref</​sub>​ mentre la tensione di riferimento,​ cioè il termine costante nelle due tensioni di soglia, è pari a $$R_1/(R_1 + R_2) V_(ref)$$.+Dove V<​sub>​oL</​sub>​ è minore di zero e i valori delle due tensioni in uscita sono diminuiti di 1÷2 Volt rispetto a V<​sub>​CC</​sub>​. La caratteristica corrispondente è quella di //figura 7b// e il comportamento in presenza di disturbi è quello corretto mostrato in //figura 8//. L'​isteresi è la stessa rispetto al caso senza V<​sub>​ref</​sub>​ mentre la tensione di riferimento,​ cioè il termine costante nelle due tensioni di soglia, è pari a `R_1/(R_1 + R_2) V_(ref)`.
  
 Ragionando in maniera analoga è possibile interpretare il circuito del **comparatore con isteresi non ivertente** di //figura 9//. In questo caso si ha la commutazione dal livello basso a quello alto superando V<​sub>​T+</​sub>​ mentre avviene il contrario scendendo sotto V<​sub>​T-</​sub>​. I valori delle due soglie si calcolano con: Ragionando in maniera analoga è possibile interpretare il circuito del **comparatore con isteresi non ivertente** di //figura 9//. In questo caso si ha la commutazione dal livello basso a quello alto superando V<​sub>​T+</​sub>​ mentre avviene il contrario scendendo sotto V<​sub>​T-</​sub>​. I valori delle due soglie si calcolano con:
  
-$$V_T+ = (R_1 + R_2)/R_1 V_(ref) - R_2/R_1 V_(oL) quad , quad V_T- = (R_1 + R_2)/R_1 V_(ref) - R_2/R_1 V_(oH) ​$$+`V_T+ = (R_1 + R_2)/R_1 V_(ref) - R_2/R_1 V_(oL) quad , quad V_T- = (R_1 + R_2)/R_1 V_(ref) - R_2/R_1 V_(oH) ​`
  
 ==== Extra ==== ==== Extra ====
sezione_16b.txt · Ultima modifica: 2016/09/06 12:44 da admin